dolci

Buon 2011!

Buon Anno!

Un augurio sincero, con questo panettone. La procedura è lunga, ma ne vale la pena.  La ricetta è quella delle sorelle Simili. Si inizia tre giorni prima, per i rinfreschi assidui ogni 3/4 ore. Poi la lievitazione lunga, lunga una notte, e poi ancora la mattina dopo con l’ultimo impasto.

La ricetta la trovate, sul sito di marble, a cui vi rimando, o sul libro Pane e robe dolci, delle sorelle Simili da dove l’ho presa io. Questo panettone è senza nulla, ne uvette ne canditi. A mio figlio non piacciono. Questo penso di faarcirlo con la crema al mascarpone. Siccome quando si fanno se ne fanno almeno tre, oltre a questo ne ho fatto uno classico con canditi e uvetta e uno con goce di cioccolato e noci.

A tutti mille auguri per un anno meraviglioso.


Mele, pane e cioccolato

Ieri avevo fatto dei pangoccioli, che sono serviti come base di questo piccolo dolcetto.

Ho affettato il panino con le goccie di cioccolato, ho affettato delle mele qualità Red, ho tolto il torsolo. Ho messo su ogni fetta di pane al cioccolato una fetta di mele, sopra una glassa preparata sfregando il burro spezzato con lo zucchero e farina fino ad avere dei grossi grumi, unire la cannella.

Il tutto in forno per 10 minuti a 180 gradi. Fintanto che la mela non si è ammorbidita, il panino si è tostato e la glassa si è sciolto.

Ingredienti:
Fette di pane al cioccolato
Mele red

Per la glassa

50 gr di burro freddo
60 gr. di zucchero di canna
40 gr. di farina
cannella

Inventa mela


Cannoli con crema di zucca e mandorle

L’autunno è inoltrato, fra poco è inverno, le giornate sono buie, spesso piove, sempre più difficile fare delle foto decenti.  Dovete accontentarvi. Io faccio fatica ad accontentarmi, ma non ho al momento alternative.

La zucca fa da regina, in questa stagione, da Hallowen in poi. Come non prepare qualcosa con questo prodotto?.

Mettere la zucca in forno, intera. Fino a che è morbida al tatto, o per evitare di scottarvi fare la prova stecchino. Il tempo dipende dalla grandezza della zucca. Una volta cotta, togliere i semi e aiutandosi con un cucchaio togliere la polpa e metterla in un tegamino. Unire  lo zucchero e la panna. Cuocere per amalgamere e ridurre tutto a crema. Togliere dal fuoco, unire le mandorle tritate, gli amaretti sbriciolati e la cannella.

Tagliare delle strisce alte circa 2 cm.di pasta filla e avvolgere gli stampi per cannoli. Cuocere in forno per 5/8 minuti a 180°.

Riempire una sac a poche con il composto di zucca, e riempire i cannoli. Guarnire con una mandorla intera in ogni cannolo e una spolverata di zucchero a velo.

Ingredienti:

400 gr. di polpa di zucca
80 gr. di zucchero
100 ml. di panna da montare
25 g. di amaretti
100 gr.di mandorle tritate e alcune intere
cannella
zucchero a velo


Mini muffin alle nocciole

about food

Con questa ricetta partecipo all’interessante contest di AboutFood.

Preriscaldare il forno a 180°.  Montare le uova con lo zucchero. Qundo saranno belli gonfi, unire la farina, il burro fuso  e il sale. Incorporare il lievito.
Spennellare con olio i pirottini, versarvi il composto fino a poco più della metà e aggiungere ua nocciola pelata.

Infornare e cuocere per 20 minuti in forno statico.

 

Ingredienti:

180 gr. di farina
3 uova
170 r.di zucchero
150 gr. di brro fuso
1 manciata di nocciole
1 cuchiaino di lievito
1 pizzico di sale


Mini Muffin alla ciliegia

Con questa ricetta mi inserisco nel contest di AboutFood.

about food

Preriscaldare il forno a 180°.  Sbattere nella planetaria le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un compoato soffice e spumoso, Unire a filo il latte e l’olio.

Miscelare la farina di riso con quello di grano saraceno, l’amido di mais, il lievito e la farina di mandorle. Unire le farine alle uova montate con lo zucchero ed amalgamare bene.

Versare il composto in pirottini “autoreggenti” 30×30, riempiendoli poco più della metà. Inserire in ognuno di essi una ciliegia, precedentemente lavata ed asciugata, con tanto di picciuolo. Cuocere per 15 minuti.

Ingredienti:

150 gr. di farina di riso
50 gr. di farina di grano saraceno
50 gr.di farina di mandorle
3 cucchiai di amido di mais
130 gr. di zucchero di canna
3 uova
qualche goccia di limone
1 bustina di lievito
100 ml di latte
100 ml di olio

Variante di una ricetta letta sulla rivista  cucina naturale di maggio 2010

A piedi nudi nel parco

Cercavo dei biscotti da fare, che mi coccolassero, da mangiare in un pomeriggio un pò tedioso. Tra un aiuto per un compito a casa dei ragazzi e una lavatrice. Con la voglia ancora di avere tempo per passeggiare nel parco. Allora per andare sul sicuro ho usato la ricetta della pasta frolla delle sorelle Simili.

Mettere sul tavolo la farina setacciata. Togliere il burro dal frigorifero. Tagliarlo a piccoli pezzi e sfregarlo fra le dita con la farina. quando il burro è tutto sfregato, fare una fontana. Al centro mettere lo zucchero, le uova e un pizzico di sale. Con una forchetta battere tutti gli elementi finchè non saranno amalgamati, senza prendere la farina. Coprire il composto con la farina che c’è tutta attorno. Con una spatola aprirla, separarla e strisciarla sul tavolo facendo assorbire la farina al composto di uova e zucchero.  Compattarla poi premendola con la spatola sul tavolo, dividerla a metà e sovrapporla, compattarla di nuovo e dividerla ancora metà. Così per due o tre volte.

Metterla in frigo prima di usarla per na ventina di minuti. Quando la frolla esce dal frigo è molto dura per cui prima di tirarla batterla col mattarello, facendola ruotare sul tavolo fino a che diventa più duttile. Tirare e tagliare con il tagliabiscotti. Spennellare con uovo sbattuto e infornare a 200° fino a che non diventano colorati, senza bruciarsi.

Ingredienti:

200 gr. farina 00
100 gr. di burro
80 gr. di zuccherro a velo setacciato
2 tuorli
un pizzico di sale


Le cartucce

Il difficile è stato recuperare gli stampini per fare questi dolcetti. Introvabili al nord d’Italia o su internet.

Mescolare la farina di mandorle con due uova sbattute e  far riposare a temperatura ambiente per un’ ora. Montare il burro morbido con lo zucchero e l’ammoniaca, almeno 7-8 mnuti, finche è diventato bianco e spumoso. Unire il composto di farina di mandorle e uova, un cucchiaio per volta, mescolando dall’alto verso il basso in modo che non si smonti, alternando con le altre due uova sbattute aggiungendole al composto di uova e farina di mandorle. Unire il burro fuso e infine  la farina e la fecola setacciate, sempre un cucchiaio per volta. Mescolando sempre dall’alto verso il basso.

Dopo aver inserito le cartine negli appositi stampini, posizionarli in piedi in una teglia, non troppo vicini tra loro. Trasferire l’impasto in un sac à poche con bocchetta liscia  e distribuire il composto negli stampini riempiendoli fino al bordo di metallo e non della cartina che esce fuori dallo stampino

Infornare a 170° per 40 minuti, il dolce deve rimanere chiaro sotto la carta e dorato sulla punta che sbucherà cuocendo dallo stampino.

Ingredienti per 60 cartucce

200 gr. di farina di mandorle (o mandorle triate finemente)
100 gr. di farina “00”
50 gr. di fecola di patate
200 gr. di zucchero
130 gr. di burro a temperatura ambiente
20 gr. di burro fuso
4 uova
una punta di cucchiaino di bicarbonato d’ammonio (amoniaca per dolci)
un pizzico di sale
la scorza di un limone grattugiata


Pancake per colazione

Mettere  la farina, il lievito, lo zucchero e  l’uovo nella planetaria. Iniziare a girare e versare a filo il latte con l’olio. Sbattere  finchè il composto non diventa spumoso .
Scaldare una padella antiaderente  versare due  cucchiai di pastella.
Cuocere  fino a quando il composto  fa le bolle e poi capovolgere e cuocere per un altro minuto.  Servire con salsa al cioccolato o altra salsa a piacere

Ingredenti

250 ml di latte
50 ml di olio evo
1 uovo grande
160 gr. di farina
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di lievito in polvere


Macaron

Iniziare a montare gli albumi, nella planetaria,  a neve ferma, ben solida per una decina di minuti a velocità elevata. Nel frattempo mettere in una casseruola, e potrebbe andar bene quella di rame De Buyer messa in palio dal contest  “Una ricetta per i corsi di cucina maisazi”, lo zucchero semolato con l’acqua e senza mescolare portare a bollore,  a temperatura di 110°, pe chi ha il termometro. Per chi non lo ha come me, spengere quando lo zucchero fa le bolle ed inizia ad arricciarsi ai bordi della casseruola.

Ridurre la velocità della planetaria  versare a filo lo sciroppo ottenuto. Riprendere velocità e lasciare montare per altri 10 minuti. La massa deve risultare soda e lucida. Fate la prova: prendete un cucchiaio di albume e giratelo, se resta attaccato al cucchiaio va bene.

A parte prendete le mandorle e titatele fini, fino a ridurle a farina. In alternativa prendete la farina già fatta. Mescolate lo zucchero a velo con la farina di mandorle e fatele andare ancora pe qualche minuto nel mixer. Setacciate la farina ottenuta perchè non deve risultare nessuna impurità, una volta aggiunta all’albume.

Alla farina aggiungete, non tutto in una volta, l’albume montato, mescolando con la spatola dal basso verso l’alto, in modo da non smontarlo. Mescolare fino ad ottenere un composto morbido e liscio.

Prendere una teglia da biscotti e mettere un foglio di carta da forno, riempire una sac a poche, del composto preparato e fare dei piccoli mucchietti, il più regolari possibile e della stessa dimensione, in numero pari, perchè andranno accoppiati.
Lasciare la teglia all’aria per circa un’ora, in modo che inizino ad asciugarsi. Scaldare il forno a 180°. Infornare e  dopo 3 minuti dimuire la temperatura a 160°, continuare a cuocere per altri 10 minuti.

I tempi e le temperature però dipendono molto dal forno che si ha e dalle sue reali temperature. il mio è un classico forno a gas.

Una volta cotti toglierli dal forno e lasciarli raffreddare.  Staccarli delicatamente dalla carta forno e unirli a coppie inserendo tra le due parti una crema. Nel mio caso,  li ho lasciati della colorazione naturale, ho fatto una crema al cioccolato fondente.

Ingredienti:

100 gr. di albumi
150 gr.
di farina di mandorle
150 gr.
di zucchero a velo
150 gr.
di zucchero semolato
50 gr.
di acqua


Chocolate buttermilk cake

L’ispirazione me l’ha data una ricetta di Donna Hay, letta sul numero 50 della sua rivista. Vuoi per via della traduzione, vuoi per l’ispirazione necessaria data la mancanza di alcuni ingredienti, questo è il risultato. Mi pare soddisfacente.

Preriscaldare il forno a 160°. Mettere l’acqua, il burro e il cacao in una casseruola. E qui mi viene in mente che potrei  partecipare al contest di Maisazi.com che prevede la realizzazione di una ricetta per i corsi di cucina mai sazi. Vista la recente nascita di questo blog, è la prima volta che partecipo ad un concorso. Spero che vada tutto bene.
Torniamo a noi. Lasciare la casseruola sul fuoco medio, fino a che il burro si è sciolto, mescolando.

Mettere la farina, il lievito e lo zucchero in una ciotola, aggiumgere il contenuto della casseruola e mescolare. Aggiungere le uova intere, il latticello e la vaniglia e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Ungere una tortiera, in questo caso ho utilizzato lo stampo da plumcake, versarci il composto e mettere in forno per 40/45 minuti.

Ingredienti:

250 ml di acqua
125 gr. di burro a pezzi
35 gr. di cacao setacciato
300 gr. di farina 00
1 cucchiaino di lievito
440 gr. di zucchero
2 uova
125 ml. di latticello (buttermilk)
1 cucchiaino di vaniglia